Anziani

 

L’Azienda garantisce a favore della popolazione anziana del territorio un sistema di servizi in grado di rispondere ai bisogni assistenziali complessi delle persone anziane, cercando di prevenire il rischio di emarginazione sociale.

Il servizio di assistenza domiciliare integrata (A.D.I) è un insieme di servizi e interventi socio-sanitari erogati all’anziano all’interno della sua abitazione in modo continuo e integrato, in relazione alla natura e alla complessità dei bisogni dell’assistito. Con il servizio in argomento viene fornita un’adeguata assistenza a persone che presentano problematiche di tipo sanitario e sociale al fine di evitare ricoveri “impropri” o l’ingresso in strutture residenziali, rendendo possibili dimissioni ospedaliere protette, favorendo il recupero o la conservazione delle capacità di autonomia e di relazione. È un servizio domiciliare finalizzato ad evitare una situazione traumatica per l’anziano. Avviene attraverso prestazioni fornite da diversi professionisti quali operatori socio-sanitari, fisioterapisti, infermieri, ecc.

Possono beneficiare dell’intervento di assistenza domiciliare gli anziani, che:

  • abbiano compiuto almeno 65;
  • siano residenti in uno dei 29 Comuni dell’Ambito territoriale A1;
  • versino in condizioni di non autosufficienza;
  • siano inseriti in nuclei familiari le cui condizioni economico-sociali sono da ritenersi gravi;
  • siano a rischio di ricovero in Istituto, o siano stati dimessi da Ospedali o istituti in una condizione di non autosufficienza.

 

Il servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) è un servizio socio-assistenziale rivolto a persone con limitata autonomia o persone disabili con patologie di tipo fisico, psichico e sensoriale che vivono da soli e/o con famiglie che non sono in grado di assicurare un buon livello di assistenza per la cura e l’igiene della persona e della casa e che non riescono a gestire la propria vita di relazione. La finalità del Servizio è quella di consentire la permanenza dell’anziano nel proprio ambiente abitativo e sociale e di accrescere la sua capacità di autodeterminazione, attraverso sia attività socializzanti evitando il rischio dell’emarginazione sociale, sia prestazioni assistenziali, atte a prevenire malattie cronico-degenerative. Le prestazioni erogate sono indirizzate al sostegno dell’anziano nell’espletamento dell’attività di vita quotidiana e di attività strumentali. Le attività prevalenti del servizio sono: attività di aiuto per la cura della persona e della sua abitazione, accompagnamento a visite mediche, disbrigo di pratiche burocratiche e sostegno alla vita di relazione con accompagnamento presso familiari e vicini e presso luoghi di interesse socio-culturale, attività di sostegno psicologico.

Possono beneficiare dell’intervento di assistenza domiciliare gli anziani, che:

  • abbiano compiuto almeno 65;
  • siano residenti in uno dei 29 Comuni dell’Ambito territoriale A1;
  • versino in condizioni di non autosufficienza;
  • siano inseriti in nuclei familiari le cui condizioni economico-sociali sono da ritenersi gravi;
  • siano a rischio di ricovero in Istituto, o sono stati dimessi da Ospedali o istituti in una condizione di non autosufficienza.

 

Servizi residenziali socio sanitari (RSA) e servizi tutelari residenziali (Comunità tutelari per non autosufficienti).  Sono strutture residenziale finalizzate a fornire accoglimento, prestazioni socio sanitarie e di recupero, tutela e trattamenti riabilitativi ad anziani in condizioni di non autosufficienza fisica e psichica, privi di supporto familiare che consenta di erogare a domicilio gli interventi sanitari e sociali continui e l’assistenza necessaria.

 

CONTATTI

Per ottenere informazioni più dettagliate in merito ai servizi di quest’area è possibile contattare l’Azienda Consortile:

  • Telefonicamente al numero 0825 872441, interno 4 – servizi domiciliari e povertà e/o interno 2 – servizi sociosanitari
  • Per email all’indirizzo info@pianosociale-a1.it

 

 Regolamento di compartecipazione al costo dei servizi